formati carta

I Formati della Carta

In Pillole per Brand Manager by Luca MoroLeave a Comment

Quali sono e come funzionano

Una risorsa basilare nella grafica

Lavorando nel mondo della grafica quotidianamente ci si trova ad avere a che fare con i formati della carta. Quindi tendenzialmente un grafico conosce bene i formati principali o comunque sa come ricavarli. Questo non significa che un Brand Manager non debba conoscerli o comunque capire da cosa derivano.
Spesso mi sono capitate situazioni simili a questa:

“Ho visto il catalogo di un concorrente molto bello, è quadrato e più grande del nostro che è un A4. Il prossimo lo vorrei così…”

Ma quando arriva il preventivo per lo stesso numero di pagine, finitura e pezzi dell’anno precedente il prezzo è quasi il doppio… Perchè??La tipografica ha aumentato i prezzi??
No, ecco la risposta

ISO 216

Lo standard ISO 2016 specifica formati carta utilizzati nella maggior parte dei paesi , specialmente in Europa (Stati Uniti e Canada utilizzano il proprio standard).
Tutti hanno sentito parlare almeno una volta del formato “A4”, il classico foglio utilizzato in tutte le stampanti. Ma da dove deriva, e a cosa deve il numero 4?

Il formato A è stato definito partendo dal foglio A0, di superficie pari a 1 m² e di proporzioni tali da ricavare per dimezzamento del lato lungo gli altri formati mantenendo le stesse proporzioni. Quindi tornando alla domanda di poco fa, il numero 4 corrisponde a quante volte bisogna dimezzare il lato lungo, partendo da un A0, per ottenere quel formato.

Alla base di questa correlazione fra le grandezze dei formati c’è una motivazione molto semplice e valida: ridurre il più possibile lo spreco di carta.

Il risultato è un abbattimento dei costi per la stampa.

Quindi tornando al Brand Manager che si era stupido del prezzo raddoppiato ecco svelato il mistero: stampare fuori formato standard fa umentare gli sprechi e di conseguenza i costi!

DIMENSIONI DEI FOGLI NEL FORMATO A in mm

Formato A0 (=foglio intero) 841 x 1189 mm
Formato A1 – 841 × 594 mm (il doppio di un A3)
Formato A2 – 420 × 594 mm
Formato A3 – 420 × 297 mm (il doppio di un A4)
Formato A4 – 210 × 297 mm
Formato A5 – 148 × 210 mm (la metà di un A4)
Formato A6 – 105 × 148 mm (la metà di un A5)

ISO-216_format-A I Formati della Carta

SERIE B
Oltre alla Serie A lo standar ISO 216 comprende anche la Serie B. Molto meno conosciuta ma comunque usata (a volte inconsapevolmente).
L’area dei fogli della serie B è una media geometrica dei fogli della A. Così, il B1 si trova fra l’A0 e l’A1, con un’area di 0,71 m² (√0.5). Ne risulta che il B0 è lungo 1 metro, e le altre taglie della serie B ne sono la metà, il quarto e le altre frazioni di un metro.

DIMENSIONI DEI FOGLI NEL FORMATO “B” in mm
Formato B0 – 1000 × 1414 mm
Formato B1 – 707 × 1000 mm
Formato B2 – 500 × 707 mm
Formato B3 – 353 × 500 mm
Formato B4 – 250 × 353 mm
Formato B5 – 176 × 250 mm
Formato B6 – 125 × 176 mm

ISO 269

Questo standard è utilizzata tendenzilamente per “contenere” la serie A, buste e caretelline infatti sono tendenzialmente della Serie C.
L’area dei fogli della Serie C è una media geometrica dei fogli delle serie A e B dello stesso numero; ad esempio, l’area di un foglio C4 è la media geometrica di un A4 e di un B4.

DIMENSIONI DEI FOGLI NEL FORMATO “B” in mm
Formato B0 – 1000 × 1414 mm
Formato B1 – 707 × 1000 mm
Formato B2 – 500 × 707 mm
Formato B3 – 353 × 500 mm
Formato B4 – 250 × 353 mm
Formato B5 – 176 × 250 mm
Formato B6 – 125 × 176 mm


Ecco una risorsa utile per avere sempre a portata di mano tutti i formati: papersizes.io